IL LAVORO TERAPEUTICO CON LE IMMAGINI E LA MEDITAZIONE

Lo sguardo Mindfulness e l’espressione artistica e creativa dialogano attraverso un linguaggio comune che passa attraverso la centratura, la calma interiore, l’assenza di giudizio e la curiosità per il momento presente, generando un vero e proprio processo creativo di consapevolezza.

Pratiche meditative e percorsi di arte terapia combinate favoriscono  l’espressione in modalità non verbale di emozioni talvolta difficili da descrivere con la parola, talvolta dolorose o confuse.

L’espressione creativa può precedere la  meditazione per facilitare la focalizzazione e la calma e l’espressione di emozioni e temi in modo libero, non guidato. La mediazione artistica, d’altro canto, può seguire l’esperienza meditativa, permettendo di esprimere in modalità sensoriale ciò che “si è mosso” dentro, durante la meditazione dando forma e colore a intuizioni, immagini, emozioni, attraverso acquisizioni nuove.

Introdurre questa esperienza di arte terapia e mindfulness nell’ambito della genitorialità e della dipendenza, consente di affrontare e vivere  temi delle relazioni e dei confini, della gentilezza verso di sé e del perdono, attraverso la consapevolezza non giudicante della Mindfulness e l’espressione artistica, mantenendo l’attenzione al momento presente e ai diversi piani che si muovono, corpo, mente, emozioni.

Il lavoro con le immagini